Cheffù on 28 febbraio?

28 febbraiokk

Il 28 febbraio e, mi dispiace dirvelo, è il 59º giorno del Calendario gregoriano.

Cosa avvenne questo giorno qui?

– Nel 202 a.C. venne incoronato Liu Bang, il primo degli imperatori cinesi della dinastia Han, il quale assunse il nome di Gao Zu. Secondo la leggenda, la nascita dell’imperatore è legata ad un prodigio che vede come protagonisti i due contadini “Liu Taigong” (il vecchio signor Liu) e “Liu Ao”(la vecchia signora Liu). Un giorno, sà che peperonata si era calata nel gargarozzo, la signora Liu vide in sogno una creatura divina e non passò molto dall’avvento di un vero e proprio finimondo: il cielo sopra la sua casa si oscurò e caddero fulmini, con tanto di tuoni assordanti al seguito. Fin qui tutto potrebbe rientrare nell’ordine della normalità – un semplice temporale improvviso – se non fosse che, quando il vecchio signor Liu si recò di corsa dalla moglie, vide che dietro di lei (…) vi era un drago cinese. Una versione tutta nuova dell’adulterio, insomma, e non è che te la puoi prendere col drago che si monta la tua signora (per di più vecchia ed inerme). Morale della leggenda, la vecchia signora Liu scoprì allora – sorpresa! – di essere incinta proprio del nostro Liu Bang, e devo ammettere che dall’immagine che vedo nella pagina di Wikipedia non stento a credere alla parentela diretta dell’imperatore con un rettile.

– Nel 1935 il chimico statunitense Wallace Carothers inventò il nylon. Vi sono varie leggende metropolitane legate al nome di questo materiale: una di queste afferma che fu ideato in seguito alla seconda guerra mondiale, quando il Giappone aveva impedito alla Cina di importare la seta necessaria agli Stati Uniti per tessere i paracadute dei soldati, m otivo per cui ‘nylon’ sarebbe l’acronimo di “Now You’ve Lost Old Nippon”. Storia affascinante, se si pensa a come adesso la Cina importi direttamente le aziende che fabbricano i nostri collant. No stress.

I nati del giorno:

– Nel 1518 Francesco di Valois-Angoulême, erede al trono di Francia e duca di Bretagna. Ancora bambini, Francesco ed il fratello furono presi in ostaggio da Carlo V di Spagna, che li fece prigionieri tenendoli per anni al buio e in isolamento. Come potrete immaginare, dopo la liberazione il delfino non era proprio il paladino della loquacità, eppure tentò di superare la cosa facendosi perfino un’amante (Wikipedia puntualizza, crudelmente, ‘la prima e l’ultima’)… Fino a che un giorno, giocando alla pallacorda col suo segretario, Francesco decise di placare la sua gran sete con un bicchiere d’acqua ghiacciata… Evidentemente la mammina non gli aveva mai detto che non-si-fa-no-no-no ed il ragazzo fu colpito da una polmonite fulminante che lo fece secco dopo 24 ore. Spesso il male di vivere ho incontrato…

– Nel 1813 Aimata Pomare IV Vahine-o-Punuateraitua, regina di Tahiti dal 1827 al 1877. I predecessori di Pomare IV, al cui cospetto Rosi Bindi è l’essenza della femminilità, sono: Pomare I (il taglio di capelli di Jimi Hendrix, in confronto, era quello di un marines); Pomare II, la cui fossetta sul mento oggi avrebbe collassato la fama di Travolta; Pomare III, morto bambino, il cui ritratto mi ricorda un non so che di ‘iovedolagentemorta’. Alla fine del regno di Pomare IV, Tahiti divenne colonia francese e, successivamente, impero incontrastato delle lune di miele all’insegna della fatica, il cui rito iniziale prevede che i novelli mariti indossino collane di fiori sulle tettone pelose. This is progress!

– Nel 1824 Karl-Maria Alexandru Kertbeny, scrittore, traduttore e bibliografo ungherese. Fu pioniere del Movimento di liberazione omosessuale e colui che coniò proprio questo neologismo, ‘omosessuale’, in sostituzione del termine ‘urningo’. Kertbeny, che non fece mai coming out, diceva che la molla che lo aveva condotto a schierarsi in difesa dei gay era stata la notizia del suicidio di un suo amico d’infanzia, vittima di un ricattatore. Non so a voi, ma a me suona come la famosa storia del “c’ho n’amico che ha un problema”…

Fra i morti del giorno:

– Nel 1578 Nicola Salos, uno Stolto in Cristo (o Pazzo di Dio) russo. Avete letto bene. La Stoltezza in Cristo, infatti, è una forma di ascesi originata in Russia e tutt’ora esistente, i cui aderenti si distinguono perché danno fuori di matto di fronte alla gente; molti di loro furono venerati anche in vita e, per tale ragione, potevano permettersi di insultare perfino le autorità. Così fu per lo Stolto San Basilio il Benedetto, che non mancava occasione per dirne di tutti i colori a Ivan il Terribile il quale, di certo, non si guadagnò questo nome per la sua condotta da chierichetto… Tuttavia, non solo lo zar non punì mai l’asceta, ma arrivò a trasportarne la bara durante il funerale. Non credo che Putin sarebbe altrettanto clemente con la Luxuria.

– Nel 1888 si sono perse le tracce di Charles Earl Bowles, rapinatore statunitense noto come Black Bart. Nato in Inghilterra, il suo stile era effettivamente parecchio british: indossando uno spolverino di lino ed una bombetta, egli compì 28 rapine alle diligenze della Wells Fargo (nella California settentrionale) e al postiglione di una di queste ordinò addirittura : «Per favore, butti giù la cassaforte!». Il fatto incredibile è che Black Bart non sparò mai un colpo col fucile che portava con sé ed inoltre pare avesse paura dei cavalli: insomma, prendeva il malloppo e se la dava semplicemente a gambe! La ragione principale per cui è noto è che, dopo due delle sue rapine migliori, lasciò come traccia delle poesie scritte di proprio pugno. Chi omo. Alla fine lo beccarono e dopo essersi fatto quattro anni di carcere, scomparve nel nulla. Nel frattempo io resto qui, sognante, aspettando che lui corra da me e mi rapisca.

Oggi è il Giorno dell’Andalusia e ci tenevo a fare gli auguri di buon onomastico a tutti gli Oswald, le Marane e le Cire. Sempre che esistano ancora genitori così crudeli.

Annunci

2 thoughts on “Cheffù on 28 febbraio?

  1. Non lo so, io ubbidisco alla mia unica fonte, Wikipedia (che Qualcuno abbia in gloria).
    Mi pare giusto, fare coming out con un termine incomprensibile fa tanto chic! Shockali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...